Sanità

“La salute passa dal sindaco”

Bisogna verificare in ogni momento che le scelte fatte dall’Azienda sanitaria vadano effettivamente incontro alle reali esigenze della gente. Non dimentichiamo che il cittadino tende spesso ad identificare nel suo sindaco il responsabile dell’inefficienza della sanità, ovvero il responsabile dell’incapacità di far pervenire le istanze a chi di dovere in ordine al cattivo funzionamento di alcune strutture sanitarie o degli operatori della sanità. Il MoVimento 5 Stelle Rovereto ritiene che sia necessario che attorno al lavoro dell’Azienda sanitaria ci sia la compartecipazione della comunità che è espressione della volontà dei cittadini. Questa funzione di “interfaccia” al momento viene esercitata? NO. Il nostro obiettivo è rendere partecipi tutti i cittadini, soprattutto nel luogo di residenza e lavoro, partecipi della salubrità dell’ambiente di vita.

Ci sentiamo di affermare l’importanza della centralità del cittadino non solo come oggetto della erogazione delle prestazioni sanitarie, ma anche come protagonista delle scelte di politica sanitaria attraverso i suoi rappresentanti istituzionali e la democrazia diretta. Percepiamo sempre più spesso un diffuso malessere, evidenziato da una popolazione sempre più informata. Il cittadino spesso è scontento per le frequenti disfunzioni della sanità. Le attese di molti mesi per certi esami strumentali, senza una percepita motivazione oggettiva, ne sono solo un esempio. Ma notiamo anche la mancanza di centri specializzati per patologie invalidanti croniche molto presenti sul territorio, centri che potrebbero essere polo attrattore di personale specializzato e di ricchezza per la città. Tutto dipende da scelte, calate dall’alto, non sempre improntate alle reali esigenze del cittadino. Purtroppo gli operatori sanitari in questo caso non hanno voce, così come non hanno voce i cittadini.

Il Sindaco che pensi alla salute dei cittadini, deve mettere in comunicazione queste due “entità”: cittadini e operatori sanitari devono avere uno spazio di confronto diretto per comprendere quali siano le reali necessità del territorio roveretano. Un esempio che ha molto rilievo in questo momento è il permanere di odori spesso nauseanti in zona Lizzana. Tale problema, non ancora risolto, deve vedere immediatamente attivi gli operatori sanitari oltre che l’APPA nel comprenderne i risvolti igienico sanitari.

Il bene primario di ogni individuo è la salute psicofisica. Ogni soggetto in buona salute, unitamente alla positività dei suoi valori etici, rappresenta la base, il mattone per costruire una buona società. Ne consegue che tutte le istituzioni pubbliche, dallo Stato alle comunità più piccole che hanno l’onere di governare e tutelare i cittadini nell’ambito territoriale di propria competenza, dovrebbero preoccuparsi di come viene gestito il delicato problema della sanità.

E’ ben vero che le Aziende Sanitarie sono direttamente preposte alla gestione delle problematiche sanitarie di un comunità, ma troppo spesso l’amministrazione comunale ritiene di non doversi preoccupare delle difficoltà in cui non di rado i cittadini, specie ma non solo le categorie più deboli, vengono a trovarsi nei rapporti con l’Ente Sanitario a causa di una burocrazia imperante. Si pensi all’affollamento delle CASSE, dove si deve fare una coda per il ticket e subito dopo un’altra coda per ritirare il referto; o i tempi di attesa per il CUP e il Laboratorio Analisi; o le procedure cervellotiche per la fornitura agli esterni dei prodotti dietetici dal magazzino economato. Anche se sul nostro territorio operano encomiabili associazioni di volontariato, per molte persone sole anziane e/o ammalate non è certo risolto il problema dell’assistenza quotidiana; in particolare per la fornitura di medicine o della spesa. Così come non sempre le persone più deboli, specie i disabili, trovano una risposta soddisfacente al problema del trasporto. Si dice sempre che alla base di una buona salute c’è la prevenzione. Ma la prevenzione presuppone la conoscenza dei comportamenti corretti; conoscenza che prevede una fondamentale campagna di informazione. Campagna che l’amministrazione comunale deve coordinare in maniera continua e sistematica assieme agli altri enti preposti; con particolare riferimento al comparto scolastico e con una specifica attenzione delle problematiche legate all’alcool, alla ludopatia, alle malnutrizioni, alla droga  Sono solo alcuni esempi di come l’amministrazione comunale debba porsi come soggetto attivo, ponendosi nei confronti dell’Azienda Sanitaria come il principale responsabile del benessere dei cittadini e per ciò stesso chiedendo all’Azienda un ruolo di attiva e costante collaborazione.  Vogliamo aprire quindi un  apposito ufficio che raccolga e coordini le loro osservazioni in tema di sanità, un osservatorio che sia da controllo e consulenza per la giunta.

In particolare vogliamo che il comune di Rovereto sia parte attiva nel risolvere il problema creato dalle slot-machine soprattutto negli strati più deboli della popolazione, collaborando con attività di successo e campagne disincentivanti.

Occorre selezionare alcuni spazi comunali come sistemazioni temporanee e di emergenza per le persone in condizioni di comprovata indigenza e già residenti sul territorio comunale o che per qualsiasi motivo abbiano perduto l’abitazione.

Ecco come diventa importante, a nostro avviso il ruolo del sindaco nel controllo dei processi sanitari.

Restando sul tema salute, notiamo come la Pianificazione Urbanistica influisca non poco sul livello di benessere delle persone e quindi sulla promozione della salute in senso lato. Più zone verdi e più aree per l’attività culturale e del tempo libero sono elementi molto importanti ai fini della qualità della vita e di conseguenza del benessere fisico e psichico. Siamo convinti che progettare la città pensando al benessere delle persone che la vivono significhi migliorare la qualità della vita. Questo può sembrare ovvietà ma non viene mai pianificato.

A tal fine l’amministrazione pentastellata proporrà la creazione di un assessorato al benessere, coordinatore obbligatorio di tutte le attività della giunta e che avrà la delega di proporre migliorie e azioni in ogni attività degli altri componenti a fini di benessere dei cittadini.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...